Stagione 2016/17

LA CENA

12 Novembre
LA CENA

Fuori Abbonamento

di Giuseppe Manfridi
regia Walter Manfrè
con Andrea Tidona, Chiara Candrò, Stefano Skalkotos, Cristiano Marzio Penna

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
REMINESCENZE BARITONALI - Metti una sera all'opera

Ingresso Gratuito

Carmelo Corrado Caruso baritono
Ivan Manzella pianoforte

in  Musica 
Dettagli Chiudi
CONCERTO DI SANTA CECILIA - Civica Filarmonica di Modica

Francesco Di Pietro direttore d'orchestra

in  Musica 
Dettagli Chiudi
IL DOLORE PAZZO DELL'AMORE

di Pietrangelo Buttafuoco
regia Mario Incudine
con Pietrangelo Buttafuoco, Mario Incudine, Antonio Vasta (fisarmonica, organetto zampogna e pianoforte)

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

ANNATA RICCA

9 Dicembre
ANNATA RICCA

di Nino Martoglio
regia Giuseppe Romani
con Tuccio Musumeci e Miko Magistro

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

CUORI SCATENATI

16 Dicembre
CUORI SCATENATI

Scritto e diretto da Diego Ruiz
con Diego Ruiz, Sergio Muñiz, Francesca Nunzi, Maria Lauria

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
CONCERTO DI CAPODANNO - Civica Filarmonica di Modica

Manuela Infalletta soprano
Maria Grazia Caruso soprano
Emanuela Sgarlata soprano
Francesco Di Pietro direttore d'orchestra

in  Musica 
Dettagli Chiudi

RE LEONE

6 Gennaio
RE LEONE

regia Giuseppe Spicuglia
con A.S.D. Alveria twirling di Noto

Dettagli Chiudi

GIACOMINAZZA

11 Gennaio
GIACOMINAZZA

scritto e diretto da Luana Rondinelli
con Giovanna Mangiù, Luana Rondinelli

Dettagli Chiudi

BARBERIA

13 Gennaio
BARBERIA

di Gianni Clementi
regia Massimo Venturiello
con Massimo Venturiello
e con L’Orchestra “da barba” siciliana

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
CAVALLERIA RUSTICANA

di Pietro Mascagni
Michele Pupillo direttore d'orchestra
regia Antonino Interisano

in  Musica 
Dettagli Chiudi

LEI E LEI

27 Gennaio
LEI E LEI

scritto e diretto da Giampiero Cicciò
con Ilenia D’Avenia e Giampiero Cicciò

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

ODISSEA

4 Febbraio
ODISSEA

scritto e diretto da Mario Perrotta
musiche Mario Arcari (oboe, clarinetto, batteria), Maurizio Pellizzari (chitarra, tromba)

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

RING

11 Febbraio
RING

di Léonore Confino
regia Massimiliano Vado
con Michela Andreozzi e Massimiliano Vado

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

IL GRANDE GERSHWIN

12 Febbraio
IL GRANDE GERSHWIN

Musiche di George Gershwin
regia Turi Giordano e Manola Turi
con Raimondo Todaro

in  Musica 
Dettagli Chiudi
SEGNI DI MANI FEMMINILI

di Valentina Ferrante
Regia Micaela De Grandi e Valentina Ferrante
con Nunzio Bonadonna, Micaela De Grandi, Valentina Ferrante

Dettagli Chiudi

MEDITERRANEO

17 Febbraio
MEDITERRANEO

Fuori Abbonamento

di Riccardo Trovato
con Carmela Buffa Calleo, Riccardo Maria Tarci, Gruppo Kanta e Kunta

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

I MARRUNATI DI GIUFÀ

26 Febbraio
I MARRUNATI DI GIUFÀ

scritto e diretto da Cosimo Coltrado
con Cosimo Coltrado

Dettagli Chiudi
DUE DONNE CHE BALLANO

di Josep Maria Benet i Jornet
regia Veronica Cruciani
con Maria Paiato, Arianna Scommegna

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
GRAN VARIETA' GODOT

Fuori Abbonamento

regia Vittorio Bonaccorso
con Federica Bisegna, Vittorio Bonaccorso, Tiziana Bellassai

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

RICETTE D'AMORE

17 Marzo
RICETTE D'AMORE

di Cinzia Berni
con Cinzia Berni, Laura Freddi, Ketty Roselli, Maria Pia Timo
e con Thomas Santu

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
TANGO MI VIDA - Una noche de tango a buenos aires

Claudio Forte e Barbara Carpino ballerini
Chroma Ensemble
regia Monica Mortellaro

in  Musica 
Dettagli Chiudi

MISANTROPO

21 Marzo
MISANTROPO

di Molière
Regia di Nicola Alberto Orofino
con Edgle Doria, Silvio Laviano, Enrico Sortino

Dettagli Chiudi
IL MERAVIGLIOSO MAGO DI OZ

di L.F. Baum
regia Cinzia Maccagnano
con Rita Salonia

Dettagli Chiudi
DANIELA SCHILLACI GALA OPERA

Orchestra Filarmonica degli Erei
Daniela Schillaci soprano
Gaetano Costa direttore d'orchestra

in  Musica 
Dettagli Chiudi
IO DONNA DI RAGUSA

di Maricla Boggio
regia Jacopo Bezzi
con Nicoletta La Terra e Massimo Roberto Beato

in  Prosa 
Dettagli Chiudi

SI CHIAMAVA GESU'

16 Aprile
SI CHIAMAVA GESU'

Fuori Abbonamento

scritto e diretto da Emanuele Puglia
con Carmela Buffa Calleo, Emanuele Puglia

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
PERCUSSIO MUNDI - Il ritmo dei continenti

Carlo Cattano sax e flauti
Franco Costanzo basso
Giovanni Caruso direttore percussionista

in  Musica 
Dettagli Chiudi
DADA-UMPA ED ALTRE PRE-LIBATEZZE

Fuori Abbonamento

testi a cura di Claudio Forti
con David Riondino
Luigi Cinque (clarinetto e sax), Patrizio Fariselli (pianoforte e tastiere)

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
ORCHESTRA DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA - i celeberrimi concerti per pianoforte e orchestra di Sergei Rachmaninov

di Sergei Rachmaninov
Epifanio Comis direttore d’orchestra
I solisti del Rachmaninov Project

in  Musica 
Dettagli Chiudi

TOSCA

13 Maggio
TOSCA

di Giacomo Puccini
Onofrio Claudio Gallina direttore d’orchestra
regia Antonino Interisano

in  Musica 
Dettagli Chiudi

ACI E GALATEA

10 Giugno
ACI E GALATEA

di Georg Friedrich Händel
Fabrizio Migliorino maestro concertatore al cembalo
regia Manuel Giliberti

in  Musica 
Dettagli Chiudi
LA STORIA DELLE COLONNE SONORE

Italian Brass Band orchestra di ottoni e percussioni
Salvatore Di Stefano direttore d’orchestra

in  Musica 
Dettagli Chiudi
ROSALBA BENTIVOGLIO - Sicilian Jazz Quintet

Rosalba Bentivoglio: voce , m’Bira e vocal electronic device
Alberto Alibrandi pianoforte, Carmelo Venuto contrabbasso, Samyr Guarrera sax, Pucci Nicosia batteria

in  Musica 
Dettagli Chiudi
I VIRTUOSI DEL PIANOFORTE

musiche di Chopin, Liszt, Rachmaninov
Ruben Micieli pianoforte
Andrey Dubov pianoforte

in  Musica 
Dettagli Chiudi
GRAN GALÀ DELLA MUSICA LIRICA E SINFONICA - Orchestra Giovanile Bellini

Le voci soliste del Teatro Garibaldi di Modica
Nicolò Cafaro pianoforte
Giuseppe Romeo direttore d’orchestra

in  Musica 
Dettagli Chiudi

La Cooperativa

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.

Il  Gruppo

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.

Il  Territorio

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.

Agricoltura  Sostenibile

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.